Matthew Stone – L’anello mancante fra la pittura e la modellazione digitale 3D.

Con il progredire delle tecnologie, nuovi modi di creare ed esprimersi nascono ogni giorno. Se qualche anno fa, parlare di pittura digitale e modellazione 3D, evocava nella mente delle persone illustrazioni fredde prive di vita e personalità, adatte solo a videogiochi o cartoni animati di serie c, oggi le cose sono decisamente cambiate.

Non solo vengono realizzati capolavori nel cinema di animazione e nel mondo dei videogames, ma iniziamo a vedere come artisti che realizzano le loro opere in digitale, si stiamo prendendo il loro meritato spazio nelle gallerie d’arte più importanti.

Uno di questi è Matthew Stone, che esplora la figura umana con un opera che unisce le pennellate e la gestualità tipica dell’impressionismo o dell’astrattismo più tradizione alle nuove forme di modellazione 3D.
Dopo aver dipinto singole pennellate, Stone le fotografa e le scolpisce attorno a figure digitali per delimitarne gli spazzi. I soggetti appaiono vuoti come mummie dal corpo invisibile, in cui le fasce però, sono sostituite da pennellate dal grande impatto materico. Gli artwork vengono successivamente stampati su lino grezzo, che grazie alla sua texture, enfatizza l’estetica pittorica delle opere.
I corpi si torcono e si missano in composizoni teatrali ed oniriche che mi ricordano lontanamente alcuni quadri di Michelangelo.

Se interessati a seguire il lavoro di questo incredibile artista:
https://www.matthewstone.co.uk/

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here