Sparse fra l’Italia e il resto del mondo, la street art di ZED1, ci immerge in un mondo fiabesco e surreale, popolato da personaggi simili a burattini.

Torno a parlarvi di street art, più nello specifico, del lavoro di Marco Burresi, in arte ZED1. Nato a Firenze nel 1977, comincia il suo percorso artistico come writer, insieme al suo crew all’inizio degli anni 90, specializzandosi negli sfondi per la sua naturale predisposizione al disegno.
Sente presto l’esigenza di utilizzare un linguaggio più aperto e diretto con il quale raccontarsi e decide di abbandonare lo studio delle lettere per dedicarsi alla figurazione.

Un incontro fortuito con un abile marionettista durante Marcantia, influenzerà fortemente l’opera di ZED1, che dopo esserne rimasto particolarmente colpito, decide di provare a disegnare per la prima volta una marionetta, più nello specifico, un pinocchio ingarbugliato nei suoi fili.
Affascinato dal gioco delle “articolazioni impossibili” farà dell’estetica del burattino un tratto distintivo nella creazione dei personaggi che popolano le sue illustrazioni.

Per realizzare i suoi lavori, ha iniziato come da tradizione nel mondo dei graffiti con gli spray, ma che con il tempo ha implementato con l’uso di rulli, vernici e pennelli, con i quali conferisce texture morbide simili ad acquarelli che caratterizzano le sue opere.

Quello che più mi ha colpito di quest’artista, è come riesca a trattare argomenti avvolte pensanti e difficili in maniera semplice e diretta, senza risultare offensivo attraverso un immaginario fiabesco e surreale.


Per vedere altri suoi lavori: https://www.instagram.com/zed1_marco/

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here